Rassegna al Kinemax


image

Hokusai dal british museum

Hokusai, classe 1760, è l’artista giapponese che più di ogni altro ha rivoluzionato la storia dell’arte moderna occidentale. "La Grande Onda", la sua opera più conosciuta, è così famosa da essere stata copiata e riprodotta quanto la Monna Lisa di Leonardo. Con "La Grande Onda" e la serie delle 100 viste del Monte Fuji, Hokusai ha infatti ispirato artisti come Monet, Van Gogh e Picasso e, con i suoi emoji, è stato e rimane a tutti gli effetti il padre del manga moderno, oltre che un’inesauribile fonte di spunti per gli artisti di oggi. Al nostro fianco per guidarci nella scoperta del pittore ci saranno studiosi appassionati e artisti che hanno subito l’influenza di questo grande maestro, tra cui David Hockney e il pittore giapponese Ideguchi Yuki. Dopo una prima parte dedicata alla vita del pittore, il film evento guiderà lo spettatore in una visita esclusiva attraverso le sale della grande mostra del British Museum "Hokusai: beyond the Great Wave". Presentato dallo storico dell’arte Andrew Graham-Dixon con gli artisti Grayson Perry, Kate Malone e Maggi Hambling, il tour è stato creato appositamente per il pubblico del cinema.

IN PROGRAMMAZIONE 25|26 SETTEMBRE ALLE 17.30 - 20.15

image

Loving vincent

Il primo lungometraggio interamente dipinto su tela. Realizzato elaborando le tele dipinte da un team di 125 artisti, il film è composto da migliaia di immagini, create nello stile di Vincent van Gogh (1853-1890), da pittori che hanno lavorato anni per arrivare a un risultato originale e di enorme impatto. Opera dello studio Breakthru productions -vincitore dell’Oscar per il cortometraggio animato Pierino e il lupo- il film racconta, attraverso 120 quadri e 800 documenti epistolari, la vita dell’artista olandese fino alla morte misteriosa, avvenuta a soli 37 anni e archiviata come caso di suicidio. Ma le cose andarono davvero in questo modo? Un team d’eccezione ha dato vita a un lungometraggio poetico e seducente che mescola arte, tecnologia e pittura e che sta appassionando ancor prima dell’uscita tanto da aggiudicarsi anche il Premio del Pubblico al Festival d’Annecy.

IN PROGRAMMAZIONE 16|17|18 OTTOBRE ALLE 17.30 - 20.15

image

Bosch. il giardino dei sogni

Il film ci condurrà tra le sale del Museo del Prado per un’indagine straordinaria sulle visioni surreali e strazianti del genio del rinascimento olandese e sul suo capolavoro "Il Giardino delle Delizie". Opera in cui compaiono, tra l’altro, animali esotici come leoni e giraffe oltre a una ricca iconografia che attinge a quella dell’Antichità e dell’Asia medievale. Il documentario proporrà le musiche di Elvis Costello e Lana Del Rey e gli interventi di Ludovico Einaudi, Orhan Pamuk, Salman Rushdie, Cees Nooteboom… Artisti, scrittori, filosofi, musicisti e scienziati contemporanei discuteranno così sui significati del dipinto di Bosch (1453-1516) spostando il dibattito nell’era moderna. Non potrebbe essere altrimenti per un pittore che per certi versi seppe anticipare di secoli il surrealismo di Dalì.

IN PROGRAMMAZIONE 7|8 NOVEMBRE ALLE 17.30 - 20.15

image

Canaletto a venezia

Il racconto che il celebre pittore fece di Venezia viene percorso attraverso le opere conservate al Windsor Castle e a Buckingham Palace e grazie a uno splendido tour cinematografico attraverso la laguna. La storia della vita dell’artista si snoderà così tra calli, piazze e canali che ne furono il principale scenario e che Canaletto (1697-1768) seppe immortalare come nessun altro pittore al mondo. Grazie ai commenti e agli approfondimenti dei curatori del Royal Collection, il film spiegherà anche come le opere di Canaletto siano giunte da Venezia sino alle collezioni reali inglesi.

IN PROGRAMMAZIONE 27|28 NOVEMBRE ALLE 17.30 - 20.15

image

Julian schnabel. a private portrait

Mostro sacro della pittura e del cinema, Julian Schnabel è uno degli artisti più importante di fine Novecento e inizio Duemila. A fornirne un ritratto a tutto tondo è il regista italiano Pappi Corsicato, che riprende Schnabel nella sua abitazione e nel suo studio, ricorre a inediti filmati d'archivio e video privati e intervista familiari e conoscenti. Lo spunto da cui parte Corsicato è la preparazione di una retrospettiva dedicata a Schnabel dalla fondazione Peter Brant proprio in concomitanza della morte del suo grande amico Lou Reed, un evento che lo segna profondamente.

IN PROGRAMMAZIONE 12|13 DICEMBRE ALLE 17.30 - 20.15